ZERO COMPROMESSI

INVESTIAMO SULLA QUALITA'

I COMPONENTI
I portelli sono interamente realizzati in profilo di alluminio estruso, particolarmente resistente agli atti vandalici, agenti atmosferici e sollecitazioni meccaniche. Le guarnizioni sono in gomma e vengono montate su tutte le ribaltine copri-feritoia. Montiamo solo serrature di qualità dotate di copri-polvere all'inserimento, rivestite con lamina cromata e con codice numerico. A richiesta possibilità di chiavi passe-par-tout e pomelli push&open. Sui modelli da esterno è previsto l'utilizzo di profili con canaline drenanti. Disponibilità di targhette porta nome a scelta tra targhette di alluminio con possibilità di incisione o porta cartoncino in plexiglas trasparente. Le strutture autoportanti sono realizzate con lamiera in acciaio inox, solide e resistenti all'usura.
IL PROCESSO TECNOLOGICO
L’estrusione è un processo termo-meccanico di deformazione plastica a caldo, in cui la massa metallica costituente la billetta viene portata allo stato pastoso mediante riscaldamento a temperature dell’ordine dei 500 °C e successivamente sospinta al passaggio forzato attraverso un’apertura sagomata chiamata matrice, realizzata in acciaio, che imprime la voluta forma geometrica semplice o complessa.
I profilati, che presentano una sezione costante lungo tutta la lunghezza, devono avere una superficie omogenea che consenta di operare i trattamenti di verniciatura e ossidazione.
Successivamente le barre vengono tirate e tagliate ad intervalli regolari per favorirne le lavorazioni successive e poi temprate per aumentarne la resistenza.
I profili e gli estrusi di alluminio hanno caratteristiche meccaniche migliori rispetto al pressofuso e consentono, grazie alla possibilità di ottenere facilmente elementi e prodotti di lunghezza variabile, il massimo grado di scomponibilità modulare oltre ad un assemblaggio perfetto conservando grande robustezza e affidabilità nel prodotto finito.

NORMATIVA ITALIANA
La consegna delle spedizioni semplici è effettuata in opportune cassette raggiungibili al portalettere collocate dal destinatario a proprie spese. La forma e le proporzioni della cassetta e l'apertura devono essere tali da permettere di inserirvi gli invii senza problemi. I titolari di cassette non aderenti al profilo e alle proporzioni si incaricano dei necessari adaguamenti. In assenza, il ritiro si effettuerà presso l'ufficio postale previo comunicazione di giacenza. Le cassette devono possedere, ben distinguibile, l'informazione dei nominativi di chi ne fa uso. In assenza l'invio è reso al mittente. Le cassette devono essere poste al borso della proprietà, sulla pubblica via o comunque in luogo liberamente raggiungibile, salvi accordi particolari con l'ufficio postale di smistamento. Negli edifici con più famiglie, nei complessi costituito da più edifici e negli edifici destinati a sede d'impresa, le cassette devono essere riunite in un unico punto d'ingresso.
NORMATIVA EUROPEA
Le norme EN 13724 fanno parte di una varietà di decreti orientati ad coordinare il servizio postale a livello comunitario ed entrano nel merito delle cassette postali prendendo il posto dele vecchie normative DIN 32617. Esse indicano i requisiti e le metodologie di prova delle aperture delle cassette postali e considerano la sicurezza, l’impregnabilità, la riservatezza e le prestazioni del contenitore nonché l’ergonomia e la funzionalità per la consegna personale.
European Regulation: EN 13724 per cassette postali
"1. Classificazione dei 4 diversi tipi di aperture di slot di posta: esterno, interno, passante a muro (recinzioni o muri), lati delle porte o pareti laterali.
2. Identificazione di 2 diverse misure di slot di posta (325-400 mm per l'inserimento verticale della busta di prova e 230-280 mm per l'inserimento orizzontale, slot di altezza posta 30-35 mm).
3. Capacità di resistenza contro la corrosione secondo la norma DIN EN 1670 e contro l'infiltrazione dell'acqua (massimo consentito: 1 cc).
4. La resistenza al furto attraverso l'uso di materiali stabili e serrature con 2 livelli di sicurezza.
5. Garanzia della dimensione minima di una casella di posta: una busta di formato A4 deve entrare senza piegarsi o danneggiarsi. In questo modo è garantita la corretta consegna dei pacchi normali. Lo spessore medio di una busta è ca 24 mm. Il volume minimo è stabilito da una risma di fogli in formato A4 di altezza 40 millimetri.
6. Il punto centrale del casellario postale deve essere compreso tra 700 mm e 1700 mm, in casi di eccezione il punto centrale può essere compreso tra 400 mm e 1800 mm. (Si tratta di un regolamento relativo all'allocazione del casellario al fine di facilitare il lavoro del postino.)
7. Per garantirne la sicurezza, i componenti del casellario postale non devono avere spigoli vivi, per ridurre al minimo il rischio di lesioni al postino.
8. Per garantire la privacy, le buche delle lettere devono essere prive degli spioncini d'ispezione.
9. Sicurezza contro atti vandalici. La casella postale deve essere dotata di aletta antiprelievo che, a seconda del tipo di cassetta postale, deve avere una dimensione minima e una inclinazione fissa nella direzione di inserimento della posta."